W3 Total Cache: top plugin WordPress per siti veloci?

Il miglior plugin Wordpress per aumentare la velocità del sito non è W3 Total Cache

Parlando di sviluppo in WordPress uno dei primi aspetti che ci si ritrova ad affrontare una volta che si è presa la mano è la velocità del proprio sito. Essa infatti rappresenta un elemento sempre più rilevante per il posizionamento alto sui motori di ricerca, soprattutto da mobile.
Infatti è molto importante che il sito sia veloce e fruibile, ma soprattutto che non sia lento, poiché in quel caso verrà sempre più penalizzato nei risultati di ricerca.
Entra quindi in gioco il grande, grandissimo vantaggio dell’utilizzare WordPress come piattaforma: gli sviluppatori.
Esistono infatti una quantità spropositata di plugin che possono aiutarci ad ottimizzare il nostro sito in pochissimo tempo e con o senza risorse economiche.
Il più famoso di questi è quasi certamente W3 Total Cache, un famosissimo plugin che permette l’ottimizzazione delle pagine sotto diversi punti di vista; ma è davvero la soluzione migliore?

Cos’è e come funziona W3 Total Cache

W3 Total Cache, come suggerisce il nome, è un plugin WordPress nato per implementare l’utilizzo della cache nei siti WordPress. Cos’è la cache? Semplicemente una memoria presente nel browser che memorizza determinati elementi delle pagine che visitiamo, in modo da non doverle ogni volta ricaricare dal server.

L’utilizzo della cache nel proprio sito è un ottimo punto di partenza per migliorarne le prestazioni.
Solitamente gli sviluppatori, tramite l’utilizzo di un apposito file presente nel sito (chiamato “.htaccess“, ndr), decidono quali tipi di file memorizzare e per quanto tempo.
W3 Total Cache ci permette di fare lo stesso, tramite un’interfaccia grafica.

Nel tempo, questo tipo di plugin è migliorato aggiungendo nuove funzionalità, tutte volte ad aumentare la velocità di caricamento dei siti WordPress.
Una di queste funzionalità è per esempio la “Minification” ovvero l’eliminazione degli spazi e dell’identazione dei file.

 

Immagine di confronto tra un segmento di codice non minificato e uno minificato
Immagine di confronto tra un segmento di codice non minificato e uno minificato

Può sembrare banale, ma questa operazione, perpetuata in file di migliaia e migliaia di righe di codice, portano ad una riduzione notevole della dimensione dei file.

Un’altra funzionalità è quella di unire i file javascript o css in un unico file, in modo da non dover ripetere il caricamento più volte. Questo può risultare però controproducente, in quanto alcuni file potrebbero essere caricati dopo aver presentato la pagina all’utente, in quanto non essenziali alla visualizzazione. Insomma, non è sempre così semplice valutare di quali strumenti avvalersi.

WP Fast Cache e alternative sul mercato

Esistono ovviamente diverse alternative a W3 Total Cache. Una di queste è WP Fast Cache.

Si tratta di un altro plugin nato per gestire la cache del sito web, che presenta qualche differenza con quello sopracitato. Sostanzialmente si sacrifica un po’ di possibilità di personalizzazione delle impostazioni a favore di una semplicità e rapidità di implementazione.

Doveroso citare anche WP Rocket e LiteSpeed Cache, ti lascio i link per approfondire gli aspetti tecnici, non voglio reinventare la ruota.

FlyingPress, una soluzione sconosciuta

Esiste però una soluzione che davvero in pochi conoscono. Si tratta di un altro plugin per l’ottimizzazione, ma di qualità estremamente superiore.
Non soltanto per quanto riguarda la velocità finale guadagnata, ma anche per quanto riguarda l’interfaccia grafica e l’organizzazione del menù operativo.

Forgiato probabilmente all’interno di un vulcano indiano, dalle magiche mani di Gijo Varghese, parliamo di FlyingPress.

Questo non è un plugin, è una vera e propria bomba.

Non voglio entrare in tecnicismi ma parliamo di un vero capolavoro dell’informatica. L’idea da cui è partito Gijo è quella di mettere a disposizione di qualunque utilizzatore di WordPress la potenza di uno sviluppatore con i fiocchi.
Basterà infatti attivare il plugin per raggiungere un’ottimizzazione pressoché perfetta, il tutto automaticamente. Volendo però addentrarsi nelle impostazioni, esse sono chiare ed intuitive.

Ho avuto modo di testare diversi plugin di ottimizzazione, sviluppati da team di programmatori esperti, ma devo dire che nessuno mi ha portato risultati lontanamente comparabili a FlyingPress.
I punteggi che ho ottenuto sui miei siti rasentano il massimo dei voti. Provare per credere.

Va detto che a differenza degli altri questo è un plugin a pagamento, dal costo di circa 80€ l’anno, ben spesi.

Voglio comunque lasciarti un link al blog dello sviluppatore in cui è spiegato come funziona il plugin e perché i risultati sono così ottimali: link al blog di Gijo Varghese.

Qui invece un link al sito del plugin per studiarne tutte le funzionalità. Dal sito troverete anche le pagine dei prezzi a seconda delle vostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.